Dott. Giovanni Smaldone
Specialista in chirurgia plastica ed estetica
  • chirurgia
  • plastica

Mastoplastica additiva

Anche questo intervento è tra quelli più praticati. Serve ad aumentare la forma nel caso ci sia uno sviluppo ridotto delle mammelle stesse, oppure quando ci sia uno “svuotamento” delle stesse in seguito a dimagrimento, allattamento, etc.

Si associa spesso a mastopessi.

Tecnica: - (protesi): attraverso incisioni al solco sottomammario, alla metà inferiore dell'aureola o al cavo ascellare, si crea uno spazio sopra o sotto al muscolo grande pettorale dove alloggiare le protesi mammarie; tale protesi possono essere riempite con gel di silicone coesivo con soluzione fisiologica.

Nei casi in cui ci sia una intolleranza alla parete di silicone, possiamo utilizzare protesi con superficie in POLIURETANO.

- cellule staminali: dopo aver prelevato del grasso da altre zone del corpo, si prepara con varie metodiche e poi si inietta con delle micro cannule tra muscolo e ghiandola mammaria.

Possiamo utilizzare tale tecnica solo per volumi contenuti.

- ac. Ialuronico: realmente non serve ad aumentare il volume delle mammelle di piccola taglia, ma a modificare la forma iniettando volumi di ac. Ialuronico. E' molto importante sapere che tale sostanza si riassorbirà in 15 mesi e tutto tornerà come prima.

Durata: da 30 min a 2 h a seconda della tecnica impiegata.

Anestesia: locale con sedazione o generale.

Ripresa: da pochi gg a 30 gg.


Mastoplastica riduttiva

La mastoplastica riduttivā è l'intervento chirurgico necessario a ridurre il volume e la forma di seni troppo grandi o rilassati. Ha quindi finalità sia estetiche che funzionali, vedi i casi in cui il peso delle mammelle causa problemi di postura (scoliosi), irritazioni della pelle, eccessivo sudore fino a cattivi odori per lacerazioni sotto le mammelle.
Tecnica: a seconda della grandezza e forma delle mammelle, ci sono tecniche che lasceranno cicatrici solo intorno intorno all'aureola, intorno l'aureola e un tratto verticale, cicatrici a T rovesciata.

Durata: da 1h a 3 h.

Anestesia: locale con sedazione o generale.

Ripresa: da 1 a 2 settimane.


Mastopessi

La mastopessi è l'intervento che serve a rassodare e risollevare le mammelle quando si sono svuotate in seguito ad allattamento, dimagrimento, semplice invecchiamento, etc. Regala quindi un bel decolletè. Si può associare alla mastoplastica additiva.

Tecnica: salvo casi particolari, le cicatrici residue si troveranno intorno all'aureola o intorno l'aureola con un tratto verticale.

Durata: 1-2 h.

Anestesia: locale con sedazione.

Ripresa: da 10 a 30 gg.


Re-interventi

I re-interventi o interventi secondari, sono tutti quegli interventi che è necessario effettuare in seguito a complicanze chirurgiche, risultati estetici insoddisfacenti, o comunque, in tutti quei casi in cui i risultati del primo intervento non sono quelli auspicati.

Riguarda tutti i distretti corporei: viso, seno, addome, cosce, etc.

Copyright 2011- Dott. Giovanni Smaldone